01/03/2016

Ancora Chiron sul filo di lana

di Administrator — Categorie: News — Tag:, , , , Lascia un commento

  L’attesa terza edizione dell’International Gsei Web Tournament è stata un po’ anomala, per come si è sviluppata e per quello che è successo…

… per un motivo o per un’altro, infatti le sorprese non sono mancate e hanno finito per sparigliare un po’ le carte in tavola. Cominciamo col dire che l’evento si è sviluppato in due tappe; una prima di Natale e l’altra dopo le feste.

I round robin italiani
Come spesso succede in questi tornei, molti motori sono stati rilasciati a ridosso dell’evento e, per la maggior parte, hanno dimostrato miglioramenti più o meno evidenti. Il rilascio dell’ultimo minuto in genere serve per presentare la propria creazione al top delle condizioni. C’è da considerare però anche il rischio di mettere in pista qualcosa di poco testato.
La Neurone XXIV ad esempio, a causa dei suoi continui crash, è stata sostituita (a furor di popolo) in corsa con la versione precedente; sicuramente meno forte, ma stabile. Satana, il suo diretto rivale, non è riuscito ad approfittare di ciò; anche lui rilasciato all’ultimo minuto ma con un piccolo baco che lo portava a sacrifici quantomeno dubbi. Insomma entrambi i partecipanti al gruppo E si sono auto eliminati dalla corsa alla promozione, permettendo così ai più meritevoli Aldebaran e Testina di accedere al gruppo successivo. Prendere nota: la fetta di pane con la marmellata cade sempre dalla parte della marmellata. Conseguentemente, se qualcosa di non testato potrebbe andare storto, andrà sicuramente storto (l’interpretazione è personale, ma in questo caso calza a pennello) :)

Nel gruppo D, ha primeggiato la 0.11 di Gogobello, con Soldat che è riuscito a conquistare la promozione solo nelle battute finali. Lì Cinnamon, in dev version, favorito alla vigilia, non è stato costante nelle prestazioni e nemmeno nella stabilità. Alla fine, il programma di Cannella è terminato in quarta posizione, in un anonimato che non merita. La certezza è però quella di rivederlo protagonista prima possibile al rilascio della nuova versione, con la forza di gioco che lo sempre contraddistinto e con la stabilità acquisita anche grazie all’esperienza fatta in questa edizione.

La scalata di Gogobello terminava nel gruppo C dove, nonostante un piccolo recupero nel finale, si è dovuto accontentare della piazza d’onore, dietro i forti ‘vecchi’ Chaturanga e Uragano. Una piccola nota su Uragano: è molto probabile che questa sia la sua ultima apparizione all’Igwt. Il suo programmatore Luca Naddei ha svelato in chat che è al lavoro su ‘Piccolino'; il suo nuovo chess engine. Se Piccolino dovesse esser pronto prima della prossima edizione potrà sostituire il glorioso Uragano. L’eredità è di quelle pesanti ma buon sangue non mente! La sorpresa, in negativo, di questo girone è stata sicuramente Ramjet; ultimo e mai in corsa-promozione. Domandona per Edoardo: Che fine ha fatto il sorprendente RamJet dell’Igt?

Cyberpagno, nel gruppo B, ha lasciato solo briciole agli avversari e con maestria si è imposto su tutti. Promosso al gruppo A anche Chexa, incredibilmente stabile e coriaceo. I due si sono collocati quindi tra gli 8 migliori engines italiani, insieme a Chiron, Delfi, ECE, Hamsters, Leila e Pedone.

Nel gruppo A, è stato chiaro da subito che la corsa per il miglior engine italiano era tra Chiron e Pedone. I sei punti e mezzo di distacco tra il secondo ed il terzo classificato la dicono lunga sull’incredibile forza dei due engines. Alla fine ha vinto Chiron di Andrea Farina, soprattutto per via di un migliore algoritmo di valutazione nei finali di partita.

La seconda parte dell’Igwt
Qui il torneo è stato interrotto, per poi esser ripreso un paio di mesi dopo, con la parte ‘internazionale’.

Il round robin valido per la partecipazione al tabellone finale ha premiato i forti Andscacs, Ice, Senpai, Arasan e Deuterium, più le ‘cenerentole’ Alichess, Popochin e Firefly. Fuori subito Aneckcha e il tenace ma sfortunato Fischerle.
Per quest’ultimo engine, e per tutti quelli senza un proprio libro è stato messo a disposizione il book di sole tre mosse usato anche per i test degli engines gsei. L’idea di base è quella di evitare partite uguali tra motori e invogliare, nel contempo, anche lo sviluppo di in questa direzione. Purtroppo, nel corso dell’evento questo book ha penalizzato i motori che l’hanno usato, con scelte di aperture un po’ troppo passive. La penalizzazione è stata un po’ disomogenea; con un basso livello di gioco gli engines riuscivano spesso ad equilibrare la posizione. Man mano che il torneo andava avanti, con l’aumentare della forza di gioco, la penalizzazione è risultata più evidente, fino ad arrivare alla finale, dove è stato deciso di rimuovere il book.

Nessuna sorpresa nel torneo ad eliminazione diretta; quasi tutti gli incontri sono terminati con vittorie schiaccianti del favorito sul malcapitato di turno. Anche la vittoria di Ice su Sempai valida per il terzo posto finale è finita, come molti altri match, con un risultato tennistico.

Il match finale
La finalissima invece è stata probabilmente il match più interessante.
Da una parte Andscacs, e dall’altra Chiron; entrambi fortissimi engines di caratura mondiale. Chiron si presentava in modalità single core, ma con la possibilità di usare il suo ottimo libro di aperture e le tablebase dei finali. I rispettivi programmatori, pur temendosi, hanno dimostrato galanteria e collaborazione sia nel contesto del minibook che nella gestione del match in due serate. Ma se da una parte il confronto è stato amichevole, tra i due engines è stata una vera battaglia.
Il match, al meglio delle 10 partite, è stato interrotto di comune accordo dopo le prime cinque, per permettere agli spettatori di vedersi la parte finale in prima serata, il giorno dopo. Nelle prime cinque partite Andscacs è stato un po’ penalizzato dal minibook e si è deciso di rimuoverlo. Nonostante questo handicap il risultato, al termine della prima serata era in perfetta parità.
Chi, il giorno dopo, prevedeva una serie di pareggi, è stato smentito dai fatti. Nessun pareggio e tutte partite molto interessanti, perché combattute a viso aperto, senza paura, come solo le macchine riescono a fare. Ad ogni vittoria di Chiron c’è stata la pronta risposta di Andscacs… fino ad arrivare alla decima e ultima partita, dove Chiron ha ottenuto la definitiva vittoria mettendo ko l’avversario dopo poche mosse. Grande Andrea, ma grande anche Daniel Jose Queralto, il programmatore di Andscacs!

Engine Score Sequence
Chiron d0149 5,5 = 1 = 0 = 1 0 1 0 1
Andscacs 0.85 4,5 = 0 = 1 = 0 1 0 1 0

Il futuro
Il gsei vive anche di dualismi: Delfi-Chiron, Chexa-Prochess, Equinox-Chiron, Satana-Neurone e tanti altri. Io penso che in futuro Chiron-Pedone possa rappresentare una bella sfida. Due engines con background diversi; il primo con un’esperienza decennale, il secondo sviluppato in tempo relativamente breve, ma in forte ascesa. Ultimamente Chiron, con questo successo ha infilato 3 primi posti all’Igwt e Pedone ha risposto con due vittorie all’Igt. Attualmente non c’è dubbio che Chiron sia il più forte, ma considerando la tenacia di Fabio, in futuro le cose potrebbero cambiare. Penso che l’Igt possa rappresentare l’occasione per la sfida decisiva. In attesa di quell’evento… chapeau ad Andrea ed al suo Chiron; uno dei programmi originali più forti al mondo che ha meritato la vittoria ed il titolo di tri-campione Igwt!

Tornando quindi all’Igwt, sui vari forum specializzati si può notare come a poco a poco acquisisca sempre maggior credito. Suppongo perché è un evento che ha dimostrato di crescere nel tempo, con il contributo di gente del calibro di Norbert Leisner (suoi gli articoli sulle edizioni igwt), Fauzi Dabat e Graham Banks (la nuova versione del libro di tre mosse riveduto e corretto è nata dal loro supporto), più tanti altri che per brevità non posso elencare.
Per la prossima edizione bisognerà quindi continuare su questa strada migliorando ulteriormente determinati aspetti legati alla trasmissione e alla rappresentazione delle informazioni. Nel frattempo, e come sempre, consigli e proposte sono sempre bene accette :)

Lascia un Commento

© 2017 G 6 Tutti i diritti riservati - Buon divertimento!

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi