27/05/2012

C’eravamo, ci siamo e ci saremo.

di Administrator — Categorie: News — Tag:, , , , Lascia un commento

Tutto ebbe inizio nel lontano 1999 quando un gruppo di appassionati di computer chess creò un posto in internet, per dare vita al gsei.
Da allora, i programmatori si incontrano sul gruppo G6 di Yahoo dando vita ad un vero e proprio movimento.
Lo scambio di idee, pareri e l’aiuto reciproco ha conseguentemente portato al confronto, sulla scacchiera, delle proprie creazioni.

I tornei dal vivo sono quindi sempre stati un motivo d’incontro non solo per decretare il più forte programma di scacchi, ma anche per scambiarsi le proprie esperienze di programmazione.
Nonostante un continuo va e vieni, dovuto a impegni o incomprensioni, il campionato italiano continua ad avere la sua cadenza annuale.
Io sono uno degli ultimi arrivati, penso che nessuno può dire adesso che ci sarà per sempre, però scommetto che se vado via e torno tra qualche anno, ritroverò il g6.

Perchè? Perchè il g6 si appoggia alla passione per un gioco che ha delle potenzialità infinite. Non è facile appassionarsi ad un gioco così complesso, ma è impossibile abbandonarlo completamente. Se poi a questo aggiungiamo la possibilità di creare un giocatore virtuale e farlo competere praticamente contro tutto il mondo, allora è proprio una sfida infinita.

Premesso questo, ultimamente abbiamo dovuto affrontare la realtà dei fatti: l’inesorabile avanzata di cloni, di derivati e la conseguente mancanza di fiducia tra alcuni di noi.
La precedente gestione dei tornei si basava appunto sulla fiducia reciproca e su un regolamento che, di conseguenza non bisognava di verifiche accurate.
Il dubbio a poco a poco però ha superato la fiducia; ci stavamo decimando

Adesso le cose sono cambiate e, fatto il punto della situazione, siamo usciti allo scoperto  😎
Abbiamo raccolto quanto possibile e l’abbiamo presentato su questo nuovo sito.
Vedere le partite dei vari eventi on line sul sito, chat e info sempre aggiornate sono già alla portata di tutti.
Chiunque registrandosi al g-sei.org avrà una pagina per presentare il prodotto, un forum, una federazione e un regolamento, basato su quello ICGA ma evoluto per cancellare ogni dubbio.
Chi vuol partecipare al campionato italiano potrà farlo, programmi originali contro programmi originali (categoria originali) e programmi derivati contro programmi derivati (categoria free), i cloni non sono benvenuti. In caso di dubbi sull’appartenenza di un engine ad una o ad un’altra categoria un technical consultant super partes, tra i più esperti al mondo, procederà alle verifiche del caso.

Quanto sopra sono strumenti utili e indispensabili, ma secondo me ancora non sufficenti, si può fare di più perfezionando quello che abbiamo già e aprendo altre strade.
La prossima sfida uomo-macchina è un passo avanti, ma servono comunque tester per avere una classifica/rating elo veramente nostra, persone che riportino news dei nostri chess engines dall’estero sul nostro sito e tanto altro ancora… per cui chi vuol farsi avanti è sempre il benvenuto! 😉

Perchè tutto questo? Perchè vogliamo continuare ad essere un riferimento per tutti coloro che prima di spostare un pezzo sulla scacchiera fanno un confronto tra bit.

Lascia un commento

© 2017 G 6 Tutti i diritti riservati - Buon divertimento!

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi