PICcolino


Questa pagina ha una gerarchia - Pagina madre:Programmazione

Home Forum Programmazione PICcolino

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da stegemma stegemma 10 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #10806

    lucaNaddei
    Membro

    Come già anticipato in chat PICcolino ha cominciato a macinare qualche partita.
    Avevo cominciato a scrivere sul PC un motore che potesse girare anche nelle ristrettezze di ram e rom di un microcontrollore, adesso piano piano l’ho portato sul micro ed ora si può ritenere “abbastanza stabile”.
    L’idea finale è quella di costruire una scacchiera elettronica, divisa in due unità logiche, quindi un micro che faccia da “motore” (anche intercambiabile) ed uno che gestisca l’interfaccia con i dispositivi di input (scacchiera, pulsanti) e di output (display, led di stato, buzzer).
    Per quanto riguarda il motore ho scelto di utilizzare un PIC24, un micro a 16 bit che può lavorare a 70Mhz ed ha un interessante codice macchina che gli fa eseguire qualunque istruzione in un ciclo di clock (moltiplicazioni comprese! Esclusi i salti che “sprecano” 4 cicli e le divisioni che usano un ciclo per bit del divisore+1, una divisione per 3 ad esempio usa solo 3 cicli).

    La versione più “grande” di questo micro dispone di 512K di flash Rom (dove posso archiviare il codice e le costanti) e 48k di ram e ha un costo irrisorio di circa 5 euro. Posso inoltre affermare con assoluta certezza che è anche molto robusta in quanto per errore l’ho già messa in corto un po’ di volte, gli ho sparato voltaggi fuori specifica, l’ho programmata e riprogrammata almeno 1000 volte ed è ancora viva.

    Passando al “software” PICcolino è stabile ma molto da sgrezzare.
    Per ora è scritto in C, ma ne sto riscrivendo alcune parti in assembler, che è molto “maneggevole”.
    Gli creato un semplice protocollo che lavora su seriale, in modo da comandarlo con un eseguibile da PC. Ho aggiunto a questo controller un’interfaccia winboard, così ora posso anche automatizzare un po’ di test come se fosse un normalissimo motore.
    Dopo un po’ di tentativi falliti dovuti ad un misterioso problema sul book (momentaneamente un estratto del book di uragano fino alla 6 mossa) finalmente ha cominciato a giocare. In coda a questo lungo post ci sono le prime due partite.

    La TODO list (solo del motore) è comunque ancora lunga, ci sono molti margini di miglioramento e nei 48k di ram del PIC più carrozzato dovrei riuscire ad inserire una hashina di almeno 16k.

    Un saluto a tutti gli amici
    LucaN

    #10807
    stegemma
    stegemma
    Moderatore

    Partita divertente, peccato per la triplice (mi è piaciuto l’arrocco di Gedeone!).

    Credo che su questi sistemi usare l’assembly sia essenziale, sennò non puoi sfruttare al meglio la ridotta RAM disponibile ed il clock relativamente basso. Mi sembra comunque che Piccolino giochi già bene, complimenti!

    Io sono ancora nel dubbio se buttare il mio tempo con le FPGA o con una logica cablata “a mano”. Per fortuna, non avendo tempo per farlo, ho tempo per pensarci! 😉

    #10808

    Grandissimo Luca! Mi ricordo che ci avevi cominciato a parlare del PIC un sacco di tempo fa, cos’era? 2010 o 2011 al torneo torinese dei computer? Adesso sei praticamente costretto a partecipare al prossimo IGT…
    🙂 🙂 🙂

    #10809

    lucaNaddei
    Membro

    A volte ritorniamo…

    #10818
    stegemma
    stegemma
    Moderatore

    Dai… quest’anno facciamo l’HIGT!

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

© 2017 G 6 Tutti i diritti riservati - Buon divertimento!

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi