01/11/2018

Persone

Ogni anno, da quando è stato fondato il nostro Gruppo scacchi e informatica, ci si trova in giro per l’Italia per disputare il torneo tra i nostri motori di scacchi.

Il vecchio cips (campionato italiano programmi di scacchi), nel corso degli anni, oltre al posto, cambia nome, formato, partecipanti, regolamento, minieventi e quant’altro. Cambia, si adatta, si evolve e si rinnova. Si è disputato quest’anno nei pressi di Mantova, città dei tre laghi, nell’ultimo weekend di ottobre.
In pratica abbiamo avuto due gruppi di partecipanti, il primo con una forza elo superiore a 3000 e il secondo con una forza elo minore di 2000. Venendo quindi a mancare motori tra i 2000 e i 3000 che facessero da ‘ponte’, abbiamo avuto scontri equilibrati solo tra i componenti di ogni gruppo. Gli scontri si sono avuti quest’anno nel contesto di un singolo round robin. Tutti contro tutti, con la ciliegina finale della sfidona uomo – macchina tra il fortissimo MF Valerio Luciani e il chess engine AdaChess di Alessandro Iavicoli.
Il torneo è stato caratterizzato da un mix di agonismo e cavalleria , tipico ormai dei nostri tornei. Alla fine i fantastici gadget del nostro Giovanni Di Maria hanno premiato giustamente tutti. Ottimamente gestito dal buon Stefano Gemma, si è rivelato un torneo interessante e divertente.
Ogni partecipante ha avuto modo di esser fiero del risultato. Anche il maestro Luciani, nonostante la sconfitta, ha mostrato un gioco sempre propenso all’attacco dall’inizio alla fine. Le analisi di Stockfish per il match sono qui e qui.
Il ringraziamento finale va all’ ASD Mantova Scacchi che ha permesso lo svolgersi del torneo nel miglior modo possibile.

La seguente tabella ordinata in modo volutamente casuale mostra le vicende dei partecipanti all’Igt.

Nei vari tornei sul web spesso si espone il programma come partecipante, ma trovo che qui, nel nostro torneo, sia necessario cambiare l’ordine delle cose. Qui i partecipanti siamo noi, ognuno partecipa dal vivo con la propria creaturina, ma i risultati, che non sono solo in termini di punti, sono quelli dei nostri sforzi. Qui siamo noi a decidere se proporre la patta in posizione vinta o no. Qui siamo noi a confrontarci e decidere la tipologia del torneo e le modalità per gli spareggi o sfide uomo-macchina, non certo i nostri motori.
Allora qui, almeno una volta l’anno, occorre mettere prima le persone e poi i motori.

Spezzoni video tratti dalla manifestazione…
TheBaron – Pedone nel tie break valido per il terzo posto assoluto:

Le 2 partite blitz amichevoli tra Luciani e Zwanzger (risultato finale: 1-1):


La sfida uomo – macchina con Luciani – AdaChess:

La premiazione finale:

2018 - IGT

Lascia un commento

© 2018 G 6 Tutti i diritti riservati - Buon divertimento!
-

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi